Installare TOra con supporto Oracle su Ubuntu 9.10 (Karmic Koala) 32bit

I tempi sono cambiati!

Questo articolo è stato pubblicato più di 9 anni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Pochi giorni fa è stata rilasciata la nuova Ubuntu 9.10 chiamata Karmic Koala, e, molto probabilmente qualcuno che ne fa un uso per così dire “professionale”, avrà la necessità di installare un client Oracle simile a Toad per Windows.
In questo articolo vedremo come installare TOra 2.0.0 con supporto Oracle Client 11 su un sistema Ubuntu 9.10 32bit, quindi bando alle ciance e iniziamo.

Per prima cosa scarichiamo i pacchetti necessari, quindi, creiamo una cartella sul nostro filesystem dove scaricheremo tutti i pacchetti, per crearla nella HOME, apriamo un terminale e lanciamo i seguenti comandi:

cd ~
mkdir -p tora2.0_src
cd tora2.0_src/
apt-get source tora

I suddetti comandi scaricheranno i sorgenti TOra nel percorso indicato.
Adesso scarichiamo i pacchetti Oracle 32bit dal Sito Oracle
Per poterli scaricare, necessitiamo della registrazione gratuita e successiva login, i file sono i seguenti:

  • oracle-instantclient11.2-basiclite-11.2.0.1.0-1.i386.rpm[/code]
  • oracle-instantclient11.2-devel-11.2.0.1.0-1.i386.rpm[/code]
  • oracle-instantclient11.2-sqlplus-11.2.0.1.0-1.i386.rpm[/code]

Scarichiamo anche questi ultimi in una cartella nella nostra HOME (Es. /home/user/oracle11), e successivamente procediamo con lo scaricamento delle “build-dependencies”:

sudo apt-get build-dep tora

successivamente, per evitare che la build fallisca, installiamo anche i seguenti pacchetti:

sudo apt-get install libqt3-mt-dev libqt3-compat-headers libqscintilla-dev build-essential g++ gcc autoconf automake flex zlib1g-dev docbook-xsl debhelper alien libaio1 dpatch fakeroot xsltproc texi2html texinfo libqt3-mt-psql libqt3-mt-odbc config-package-dev cmake qt4-dev-tools

Adesso entriamo nella cartella dove abbiamo scaricato i pacchetti Oracle:

cd ~/oracle11

e convertiamo i pacchetti da .rpm a .deb:

sudo alien -i oracle*i386.rpm

ci impiegherà un pò di tempo e non verrà visualizzato nessun messaggio a video, ma non preoccupatevi, è tutto ok!

Adesso abbiamo packages, dependencies e sources, procediamo con i settaggi delle variabili dell’ambiente lanciando i seguenti comandi:

export ORACLE_HOME="/usr/lib/oracle/11.2/client"
export LD_LIBRARY_PATH="${ORACLE_HOME}/lib"
export TNS_ADMIN="${ORACLE_HOME}"

e successivamente inseriamole anche nella .bashrc, in modo da non doverle settare ad ogni login e/o riavvio del sistema:

echo export ORACLE_HOME="/usr/lib/oracle/11.2/client" >> ~/.bashrc
echo export LD_LIBRARY_PATH="${ORACLE_HOME}/lib" >> ~/.bashrc
echo export TNS_ADMIN="${ORACLE_HOME}" >> ~/.bashrc

Verifichiamo che le variabili siano state settate in modo corretto:

echo $ORACLE_HOME
/usr/lib/oracle/11.2/client
echo $LD_LIBRARY_PATH
/usr/lib/oracle/11.2/client/lib
echo $TNS_ADMIN
/usr/lib/oracle/11.2/client

Infine creiamo un link simbolico alla /usr/include/ di Oracle per il semplice motivo che, se non lo si fa, la build fallirà:

sudo ln -s /usr/include/oracle/11.2/client/ ${ORACLE_HOME}/include

Impostato l’ambiente, procediamo con l’installazione di TOra, entriamo nella cartella dove sono stati scaricati i sorgenti e lanciamo lo script di build:

cd ~/tora2.0_src/tora-2.0.0/
fakeroot debian/rules binary

Lo script ci impiegherà un pò di tempo (sul mio PC ha impiegato ca. 30 minuti), vi appariranno una serie di stringhe a video, una volta terminato, dovremmo trovarci il nostro pacchetto .deb nella directory superiore:

ls -al ../*.deb
-rw-r--r-- 1 user group 4879184 2009-10-31 14:14 ../tora_2.0.0-4build2_i386.deb

Adesso procediamo con l’installazione:

sudo dpkg -i ../tora_2.0.0-4build2_i386.deb

Se tutto è stato eseguito in modo corretto, TOra è stato installato ed è perfettamente funzionante, per terminare mettiamo il package in hold per evitare aggiornamenti che vadano a compromettere il funzionamento di TOra 2.0.0 con supporto Oracle 11:

echo 'tora hold' | sudo dpkg --set-selections

Non dimentichiamo di inserire il nostro file tnsnames.ora dentro la directory $TNS_ADMIN, successivamente, apriamo un terminale e digitiamo:

tora

dovrebbe funzionare tutto senza problemi!

7 commenti su “Installare TOra con supporto Oracle su Ubuntu 9.10 (Karmic Koala) 32bit”

  1. ho eseguito la procedura descritta, ma alla fine al lancio di tora, ottengo il seguente errore:
    “tora: error while loading shared libraries: libocci.so.11.1: cannot open shared object file: No such file or directory”

    Cosa posso fare?

  2. @Giulio: controlla di aver installato i sources di TOra corretti (quelli indicati da me) e di aver creato tutti link simbolici in modo corretto.
    Fammi sapere se viene fuori qualche errore quando lanci TOra da terminale.

    @Massimo: Controlla di aver esportato ed inserito correttamente nella .bashrc i Path:
    – export ORACLE_HOME=”/usr/lib/oracle/11.2/client”
    – export LD_LIBRARY_PATH=”${ORACLE_HOME}/lib”
    – export TNS_ADMIN=”${ORACLE_HOME}”
    controlla che il path indicato (/usr/lib/oracle/11.2/client) esista sulla tua distro Linux, altrimenti vedi dov’è stato installato e inserisci il path corretto.

    Ciao,
    Morgan.

  3. Hummm temo che su architetture a 64bit Tora venga compilato senza supporto per Oracle….ho appena provato e non c’è modo di abilitare oracle.

  4. @Rick: Per le versioni 64bit l’installazione è un pelino differente, con altri file da scaricare, ma ti assicuro che anche su quest’ultima architettura funziona senza problemi (provata personalmente!).
    Appena ho un attimo, posto qui la parte relativa all’installazione su Ubuntu a 64bit!

  5. Confermo….funge anche su Ubuntu 9.10 64bit 😉 se qualcuno necessita dei deb puo’ contattarmi via skype (banda_satura)

  6. @Rick: Perdonami ma non ho avuto tantissimo tempo per postare i passi dell’ installazione su sistemi a 64bit!
    Cmq noto con piacere che hai fatto da te ed hai pure reso disponibili i .deb per chi vuol provare l’ installazione su questi ultimi.
    Ti ringrazio per aver visitato il mio blog e per aver dato la tua disponibilità.
    Alla prossima.
    Morgan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *