Raiperunanotte – L’evento integrale senza interruzioni

I tempi sono cambiati!

Questo articolo è stato pubblicato più di 9 anni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi. Questo sito non è responsabile per eventuali errori causati da questo problema.

Di seguito troverete il video integrale e senza interruzioni, dell’evento Raiperunanotte, tenutosi il 25 Marzo 2010 al Pala Dozza di Bologna.

L’evento è stato uno “sciopero bianco” degli operatori e degli abbonati RAI, contro “il bavaglio imposto all’informazione”, è stato organizzato da FNSI ed USIGRAI e condotto da Michele Santoro a cui hanno partecipato diversi ospiti.

I dati ufficiali dell’evento streaming più grande della storia di questo paese sono i seguenti:

Hits sul sito www.raiperunanotte.it, dal momento della pubblicazione a oggi: 20 Milioni, picco di 2.573 Hits/secondo

Contemporaneità massime stream Live: 114.162, Hits Totali stream live: 1.9 Milioni, visitatori Unici: 395.460, picco Visitatori Unici: 123.539

Per non parlare poi delle Piazze Italiane, TV Locali, Radio, Satellite, Digitale Terrestre ed altro.

Santoro, il 1° Aprile all’apertura della puntata di “Annozero”, tornato in onda dopo lo stop imposto dal regolamento TV, ha ribadito che lo “sciopero bianco” di Raiperunanotte è riuscito, ed è stato seguito da 6 milioni e 300mila persone, sommando internet e TV che lo hanno trasmesso, inoltre, i dati dicono che più di 2 milioni e mezzo di persone hanno seguito l’evento via satellite, insomma, un successone!

C’è da dire che si è trattato di una manifestazione che ha visto partecipare diversi sponsor, ma che è stata finanziata in grossa parte da 50.000 sottoscrizioni volontarie raccolte sul web.


[videoplayer file=”http://dl.dropbox.com/u/23863876/RaiperunanotteAnnozero25032010.mp4″ image=”https://www.morganino.it/blog/wp-content/uploads/2010/04/raiperunanotte.jpg” width=”360″ height=”290″ title=”Raiperunanotte – 25 Marzo 2010″ logo.position=”bottom-right” /]

Oltre al video integrale, di seguito trovate gli spezzoni con i vari interventi da parte degli ospiti.

Basta fare “click” sul titolo per far partire i video (con tanto di “effetti speciali”)

Il confronto Mussolini-Berlusconi

La lettera di Santoro a Napolitano

Piovani suona dal vivo la sigla di Annozero

La gag di Cornacchione

Trani, la ricostruzione di Travaglio

Caos liste: Travaglio

Elio e le Storie Tese cantano “L’esiliato”

Monicelli: “Paese senza speranza”

Il grandioso monologo di Luttazzi

Duetto Morgan-Venditti

Il messaggio di Milena Gabanelli

Il saluto di Roberto Benigni

Trio Medusa, gli ausiliari del TG1

L’intervista a Emilio Fede

Crozza imita Brunetta

Le vignette di Vauro

Il giuramento: “Ora e sempre fuori dal vaso”


Le intercettazioni di Trani

Berlusconi chiama Innocenzi: “La Rai deve dire: Chiudiamo tutto”

Innocenzi chiama Berlusconi: “Ma Napoli deriva da Mastella?”

Berlusconi e Masi chiamano Innocenzi: “Devi fare un casino, vai fino in fondo”

Innocenzi chiama Gorla: “Chissà che sparerà fuori Santoro”

Berlusconi chiama Innocenzi: “Siete una barzelletta, non un Authority”

Innocenzi chiama Masi: “Non possiamo impedirgli di andare in onda”

Masi chiama Innocenzi: “Non si può fare niente prima, neanche in Zimbabwe”



Inoltre, per chi dovesse avere problemi con il video integrale, riporto di seguito lo stesso evento suddiviso in 7 parti.

(Anche qui, fare “click” sul titolo per avviare il video)

Raiperunanotte – Parte 1 di 7

Raiperunanotte – Parte 2 di 7

Raiperunanotte – Parte 3 di 7

Raiperunanotte – Parte 4 di 7

Raiperunanotte – Parte 5 di 7

Raiperunanotte – Parte 6 di 7

Raiperunanotte – Parte 7 di 7


Se non dovesse ancora bastare, potete scaricare il video dell’evento in formato “mp4”, facendo “CLICK” QUI, lo stesso può essere aperto col player gratuito “VLC Media Player” (Per scaricare l’ultima versione di VLC Media Player fai “CLICK” QUI).

E con questo ho terminato, spero di aver fatto cosa gradita a tutti voi ospiti del mio blog, perchè credo che la libera informazione sia un diritto di tutti!


Raiperunanotte


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *